Con OpenFarmS tra la Cascata e la Greenway del Nera

È stata una giornata all’insegna delle bellezze naturalistiche del territorio e della condivisione quella promossa sabato 9 Aprile nell’ambito del Progetto OpenFarmS – Per un modello innovativo di intervento con le persone con disturbo dello spettro autistico.

Sono stati circa 50 i partecipanti all’iniziativa, partita dalla Cascata delle Marmore e terminata con un pranzo conviviale presso il nuovo Centro Residenziale e Semiresidenziale, rivolto a giovani/adulti con disturbo dello spettro autistico, sorto nella Valnerina ternana. Oltre ai ragazzi protagonisti del progetto OpenFarmS, hanno partecipato i famigliari, soci e collaboratori delle cooperative ed associazioni che stanno portando avanti il progetto: la Cooperativa Sociale Agricola Terre Umbre, Angsa Umbria e Legambiente Umbria.

OpenFarms, Progetto finanziato dalla Regione Umbria a valere sul bando Progetti Sperimentali del terzo Settore, si è sviluppato in diverse fasi, promuovendo, tramite le prassi dell’Agricoltura Sociale, un nuovo modello d’intervento, sperimentando nuove azioni volte all’abilitazione e all’inserimento lavorativo dei giovani con disturbo dello spettro autistico e promuovendo l’inclusione sociale degli stessi.

La giornata di sabato si inscrive proprio in quest’ultimo ambito: dopo aver ammirato l’apertura dell’acqua della Cascata delle Marmore e averne ascoltato la storia e le caratteristiche, il gruppo si è spostato lungo la Greenway del Nera, facendo tappa presso una piccola centrale idroelettrica di cui è stato possibile conoscere il funzionamento per giungere poi al Centro Residenziale e Semiresidenziale.

Soddisfazione di tutti i partecipanti per questo evento, in vista del termine di un percorso che vuole essere, in realtà, il primo step volto alla promozione di interventi sempre più specifici ed inclusivi dedicati ai giovani con disturbo dello spettro autistico.

    Condividilo sui social